Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalita'.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Tarros Sud Srl - Agenzia marittima Napoli - Trasporto merci nel Mediterraneo

- 16 -
Febbraio
2018

Porti: La Spezia hub per merci deperibili verso nord Europa

Il porto della Spezia sempre più centrale per il trasporto delle merci deperibili grazie al progetto Fresh Food Corridors. E' quanto emerso nel corso della Fruit Logistic 2018a Berlino, la fiera del settore alla quale sta partecipando l'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale. Nell'ambito della fiera sono emersi "i potenziali punti di forza del porto spezzino anche nel settore del traffico di reefer container e gli elementi su cui occorre investire per sviluppare in modo innovativo e sostenibile questo settore" ha detto la presidente dell'Authority Carla Roncallo. Gli studi relativi al progetto confermano dati positivi sui traffici con paesi extra europei e dell'Europa centrale, oltre ad analizzare scenari sull'implementazione di un corridoio per prodotti agroalimentari tra il porto della Spezia e il Nord Europa, sino ai mercati delle aree di Rotterdam, Duisburg, Basilea. A Berlino era presente anche il gruppo Tarros. "Alla Spezia sono stati apportati miglioramenti sulle procedure di sdoganamento rapido dei containers in arrivo - spiega Giovanni Bandini per Tarros -. Un grande vantaggio per le merci che richiedono trasporto in regime di temperatura controllata". Tarros ha investito aumentando la flotta di containers refrigerati e speciali e il numero di motrici e trailers portacontainers. "Con l'ampliamento del terminal del Golfo passeremo da circa 200 mila a 600 mila Teu all'anno".