Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalita'.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Tarros Sud Srl - Agenzia marittima Napoli - Trasporto merci nel Mediterraneo

- 21 -
Febbraio
2018

Nel 2017 il porto di Salerno ha movimentato 455mila container (+17,0%)

Lo scorso anno i porti di Napoli e di Salerno, entrambi amministrati dall'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, hanno movimentato un traffico dei container pari complessivamente a 965mila teu, con una progressione del +10,6% rispetto a 872mila teu nel 2016. Nel solo porto di Napoli il traffico è stato pari a 510mila teu, in crescita del +5,5% sul 2016. Il traffico di importazione ed esportazione è ammontato a 483mila teu (+1,1%), di cui 379mila container pieni (+20%) e 104mila contenitori vuoti (-2,3%), mentre il traffico di transhipment è stato pari a 27mila teu (+378,2%). Nel 2017 il solo porto di Salerno ha movimentato 455mila teu (+17,0%), totale costituito esclusivamente da contenitori in esportazione ed importazione di cui 340mila teu pieni (+17,8%) e 114mila teu vuoti (+14,7%). In termini di peso, lo scorso anno il traffico containerizzato movimentato dai due porti si è attestato a 11,2 milioni di tonnellate (+10,7%), di cui 5,5 milioni di tonnellate movimentate dallo scalo portuale di Napoli (+8,7%) e 5,6 milioni di tonnellate da quello di Salerno (+12,7%). Nel solo secondo semestre del 2017 i due porti hanno movimentato globalmente 498mila teu (+10,7% sulla seconda metà del 2016) per un totale di oltre 5,7 milioni di tonnellate (+9,7%), di cui 255mila teu (+0,7%) per 2,8 milioni di tonnellate (+2,4%) dal porto di Napoli e 243mila teu (+23,5%) per 3,0 milioni di tonnellate (+17,4%) dal porto di Salerno. Nell'intero 2017 il traffico dei passeggeri nei due porti campani è stato di 7,4 milioni di persone, con un aumento del +3,6% sull'anno precedente, di cui 6,7 milioni nel porto di Napoli (+1,9%) e 681mila nel porto di Salerno (+24,0%). Il solo traffico crocieristico nei due porti campani è stato di 993mila passeggeri, in calo del -29,9% sul 2016, di cui 927mila a Napoli (-29,0%) e 66mila a Salerno (-41,1%). Nel segmento dei servizi marittimi di linea, a Napoli il traffico ha totalizzato 6,7 milioni di passeggeri (+1,9%), con 857mila trasportati da servizi con percorrenza superiore a 20 miglia (+1,3%) e 5,8 milioni di passeggeri trasportati da servizi a corto raggio (+2,0%), di cui 4,0 milioni imbarcatisi su aliscafi (+4,0%) e 1,8 milioni su traghetti (-2,4%). A Salerno i servizi marittimi di linea hanno trasportato 681mila passeggeri (+24,0%), di cui 122mila dai servizi a lunga percorrenza (+12,1%) e 558mila dai servizi a corto raggio (+27,0%). Complessivamente lo scorso anno il porto di Salerno ha movimentato quasi 15,0 milioni di tonnellate di merci, con un incremento del +13,8% sul 2016. Oltre ai 5,6 milioni di tonnellate di carichi containerizzati, nel settore delle merci varie sono state registrate anche 8,2 milioni di tonnellate di rotabili (+17,7%) e 1,0 milioni di tonnellate di altri carichi (-5,2%). Inoltre sono state movimentate 131mila tonnellate di rinfuse solide (+8,9%). Nel 2017, oltre ai 5,5 milioni di tonnellate di merci containerizzate, il porto di Napoli ha movimentato 5,6 milioni di tonnellate di rotabili (-4,6%) e quasi 5,1 milioni di tonnellate di rinfuse liquide (-2,9%), di cui 3,7 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi raffinati (-8,1%), 1,1 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto (+20,7%) e 325mila tonnellate di altri carichi liquidi (-5,2%). L'AdSP del Mar Tirreno Centrale deve ancora rendere noto il consuntivo del traffico di rinfuse secche movimentato lo scorso anno dal porto del capoluogo campano