Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalita'.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Tarros Sud Srl - Agenzia marittima Napoli - Trasporto merci nel Mediterraneo

- 07 -
Dicembre
2015

Parte lo sviluppo del terzo bacino alla Spezia



Il 3 dicembre 2015 l'Autorità Portuale dello scalo ligure ha firmato la concessione demaniale di quarant'anni a Tarros per l'area di ampliamento del porto. L'aera presa in concessione da Tarros si estende su 42.506 metri quadrati già esistenti, più altri 79mila metri quadrati di ampliamenti, che serviranno a creare il terzo bacino portuale, come previsto dal Piano Regolatore del porto. L'accordo prevede investimenti per infrastrutture per 44,5 milioni di euro, che si sommano ai 60 milioni previsti per equipaggiamenti in fase di avviamento e ad altri 350 milioni a regime. "Terminal del Golfo si impegna ad assumere l'onere della realizzazione delle opere con il coinvolgimento di Limar s.a., facente parte del Gruppo Arkas con sede in Istanbul e del socio italiano, Fratelli Cosulich, operante nel settore dello shipping e agente di numerose compagnie marittime", scrive l'Autorità Portuale in una nota. Al termine dei lavori, nel terzo bacino lavoreranno 545 persone. © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata